::una modellizzazione dell’umanità

Ecco uno dei miei modelli per visualizzare l’Universo: l’intera genìa umana si può dividere in 4 sessi, classificabili in uno schema a forma di piramide azteca.
La grande maggioranza degli appartenenti al genere umano può essere inclusa nella base della piramide, ed i suoi appartenenti si definiscono Maschi. Con un certo imbarazzo, questi ricadono esattamente nelle descrizioni attinenti alle vignette che nei compendi di enigmistica intervallano rebus a cruciverba, oppure a quelle che si possono riscontrare nelle trasmissioni pomeridiane per casalinghe stanche del lavoro, della vita e del pensiero critico. Non gli si riconosce un’anima vera e propria, né una sensibilità che possa distinguerli da altri animali, come i cani ad esempio.
Una fetta di popolazione più ristretta va a costituire una classe superiore ai Maschi, formando così il gradino delle Femmine, gradino dal quale si può tracciare una linea virtuale di demarcazione tra la bestia e l’umano. Le Femmine nascondono nelle profondità del loro spirito un bagliore divino che potenzialmente potrebbe moltiplicare il loro karma; sfortunatamente, natura vuole che questo baluginio rimanga criptato da una spessa crosta di vita reale, pochezze consumistiche, velleità sentimentali di natura esclusivamente chimico-ormonale, e soprattutto una fortissima propensione all’accoppiamento vincolante, usualmente monogamo, a scopo puramente generativo.
Risalendo la quetzalcoatlica piramide, troviamo la striminzita fazione delle Donne, esseri semidivini che riescono ad essere madri amanti sorelle in qualsiasi periodo della loro vita, e che hanno l’arcano potere di riuscire ad elevare a più alto grado gli appartenenti delle due categorie sottostanti con la loro sola presenza. Pur possibilitate ad una vita distante dalle bestiali povertà consumistiche della vita reale, a quest’ultima pacatamente esse si adattano per aiutare chi è più sfortunato di loro a capire come ampliare i confini del proprio ego.
É uno sparuto gruppo di umani ad occupare la vetta della piramide, ed a meritarsi a pieno titolo la denominazione di Uomini, categoria nella quale, a dispetto del nome, possono presentarsi entrambi i sessi biologici riconoscibili nella razza umana. Sono esseri divini che, pur vivendo nella realtà come la conosciamo, si circondano di un’aura dal raggio variabile caso per caso, entro la quale trasformano detta realtà a loro piacere e vantaggio. In questo modo riescono a fregarsene dell’illusione del reale, imponendo ad essa la materializzazione del loro universo e convivendoci in modo assolutamente indolore.

Annunci

4 thoughts on “::una modellizzazione dell’umanità

Una forchettata di commento?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...