::compagno palestrato compagna meneito

<Kekule> oh ma non imparerò mai

<Kekule> siccome c’erano i cialtroni animati, e fare il trenino sulle note di Galaxy è sempre bello, come anche pogare con Daitarn (ahio tra l’altro)….

<Kekule> …sono andato alla festa dell’unità qui a FI alla Fortezza Da Basso

<Kekule> allora

<Kekule> sul volantino esserci faccione di berlinguer al qualcosennale dalla morte

<Kekule> bene

<Kekule> vai lì e ti ritrovi nella più quarantenne sfigata delle feste

<Kekule> proprio la festa da sciampista

<Kekule> quella dove gli uomini o sono simpatici panzoni birraioli o palestrati minacciosissimi

<Daisuke_Ido> e te ne sei andato, allora? 😛

<Kekule> le donne basta si avvicinino ad una fonte di suono e ballano come delle imbecilli

<Kekule> salsa rumba mambo dappertutto

<Kekule> massaggi shatzu

<Kekule> una pena da segretaria leopardata che non ti dico

<Kekule> non dico che mi ci aspettavo gli operai incazzati

<Kekule> ma almen ocambiamole nome

<Kekule> vabè

<Kekule> ma ecco

<Kekule> in un angolo solitario

<Kekule> steso su 4 pannelli 4 scassatissimi di una arci locale probabilmente

<Kekule> il ricordo di berlinguer

<Kekule> manifesti dell’epoca e foto giganti

<Daisuke_Ido> ebbeh, che volevi che ci fosse?

<Kekule> una tristezza tremenda, ma soprattutto cazzo c’entrano? ovviamente eravamo io ed altre 3 persone a vederli

<Daisuke_Ido> il suo ultimo paio di mutande? 😛

<Kekule> Daisuke_Ido una cosa è fare bene la cosa e farne il fulco

<Kekule> un’altra cosa è buttare lì du’ stronzate in modo evidente

<Daisuke_Ido> ah, vabbe’, qui siamo d’accordo

<Kekule> non è un problema, ma come copertina mettetece il buon feltrinellissimo buena vista social club che fa tanto weltroni

<Kekule> non voglio neanche mitizzare personaggi, poro berlinguer

<Kekule> è proprio un fatto di “ma che cazzo c’entra?”

<Kekule> poi esci e pensi

<Kekule> “ma sono questi i COMNUSTI di cui ha paura berlusconi? ma non può alzare di du’fagioli il prezzo e se li compra tutti? ma non è che li vanno bene così?”

<Kekule> e quindi mi sa

<Kekule> che gli vanno bene così. per fortuna che di pace lì non se ne parlava altrimenti azzannavo qualcuno

<Kekule> e gli dicevo “come no guerra in iraq? come pensi che mandi avanti il tuo cazzo di adorato cellulare che fa le foto a sta minchia?”

<Kekule> .

<Kekule> volevo fare delle foto e dire le stesse cose sul mio blog….ma nun gliela faccio

<Kekule> me pija troppo male

<Kekule> anzi Daisuke_Ido

<Kekule> sai icché si fa-a?

<Kekule> visto che non ce la faccio

<Kekule> ora copi/incollo sul blog proprio ste 4 stronzate che ho detto qui

<Kekule> ecco

Come avete potuto leggere, davvero non ce l’ho fatta a scattare qualche foto del sudario della coscienza lì alla Festa (?) dell’Unità (???).

Però mi sono chiesto: ma quando, quando è iniziato tutto questo? Qualcuno in precedenza deve aver insinuato, con qualche mezzo d’uso diffuso, che la politica reale è noiosa, non necessaria, i tempi cambiano, basta con queste pippe, ma sempre co’ste facce scuuuure, ma quanto sei snob, ma come te la tiri, con la tua finta cultura, con le tue passioni poco comuni, con la tua musica introvabile, con le tue retrospettive sul cinema ungherese di inizio secolo!

Un lampo di genio, una connessione memoria/logica come poche, la soluzione improvvisa: Benedetta della IIIC!

Annunci

18 thoughts on “::compagno palestrato compagna meneito

  1. e perchè per una volta non abbandonarsi all’animalesco,allo scontato,al viscerale e al vino che fa dire strane cose e fa nascere strani pensieri…cercare sempre, cercare l’altro significato delle parole…cazzo no!dico bene e dico male perchè sto bene e perchè sto male…un po’ come pane gatto casa sole…mah…non so se ha un senso nemmeno questo…ti abbraccio

  2. Guarda, l’anno scorso facevo volontariato alla festa dell’unità alla Fortezza nel pafiglione delle associazioni umanitarie. C’erano gli stand di molte associazioni (tranne emergency che si era piazzata altrove). Non entrava nessuno. Una tristezza. Gliene poteva fregar di meno alla gente di visitare gli stand. Fuori dal padiglione un affollamento incredibile. Beh, meno male che quest’anno son fratturata e non ci posso andare…

  3. Inizialmente ho pensato: è stato troppo duro con la bambina di 11 anni di nome Sofia, detta sofyinter. Poi però, alla duecentesima k che ho visto nel suo blog mi sono detto: ha fatto bene, anzi benissimo. Cazziarne una per educarne 100.

    Il militante

  4. Ecco sì…però…però io continuo a sostenere che sono stato tutt’altro che duro: era un augurio sincero da parte di chi non apprezza l’argomento, ma sicuramente l’impegno di una dodicenne a (man)tenere un blog(h) sì, eccheschifaniè!

  5. Comunque questa sera mi sono letto tutti i tuoi post passati. Li ho trovati molto interessanti e ben scritti. La maggior parte delle tue considerazioni e osservazioni le condivido in pieno. Ora, non ti invito di certo a leggere le stronzate del mio blog, anche perchè quello che scrivo e come lo scrivo non regge il confronto. Però in futuro mi piacerebbe poter leggere più agevolmente i tuoi post… i caratteri che hai scelto sono veramente piccoli. E per fortuna che ho 10/10 di vista.

    Il militante

  6. ciao..probabilmente non ti fregherà nulla ma sn venuto x rispondere alle tue osservazioni sulla frase-frasona di radioFreccia.. beh,sn sincero,in parte condivido ciò che tu hai detto però credo che se hai guardato il film nn potrai aver avuto ke la stessa impressione..non è niente di che,è un film abbastanza piatto e volendo anche banale però ti lascia qualcosa..insomma E’ VERO.. capisci quel che voglio dire?!?è guardare ciò che comunque c’è ma con occhi diversi..nn so come spiegarti..e cmq sai,non puoi pretendere troppo da me,un umile contadinotto.. 😉
    un abbraccio altrettanto sincero ( eppoi dai,ogni tanto fa veramente piacere che ci sia qualcuno che la pensa diversamente,no?! )

  7. Caro Kekule, manco da un paio di giorni (il post l’ho letto quando l’avevi appena scritto) e mi perdo così tra commenti che non capisco… provo a ricostruire cosa è successo e leggo un tuo commento in un altro blog che dice “disprezzo fortemente quello di cui vuoi parlare”.Bellissimo, sono fiera di te.

  8. Festa della rumba impegnata mi sembra adatto, ma anche il limbo non lo trascurerei… Il limbo filosofico” la tua essenza migliora in base a quante tacchette abbassi della sbarra…

Una forchettata di commento?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...