::stained glass piñada/ilkae

Sono sbalordito.
Ma come, ma davvero questi sono gli stessi due tizi che si bruciavano le sinapsi con la chipmusic più frammentaria sul mercato?

Credetemi, fino a poco tempo fa il duo Lubiszewski/Munson non andava oltre l’approccio mezzo ludico e mezzo sperimentale al loop destrutturante a base di integrato Yamaha AY. Tutto caruccio, sì, ma campato un po’ in aria, specie perché i brani che superavano il minuto erano merce rara.
Molti additarono l’uso freddo dei tracker, invece che di un editing di maggior respiro, quale prima causa dello stallo musicale degli Ilkae.

Ora non piu.
I brani dell’ultimo prodotto (anzi, autoprodotto, ed autodistribuito in numero limitato di 777 copie!) targato Ilkae sono la più dura delle prove che un tracker debba sostenere: tempi, attacchi, sostegni e rilasci che variano in continuazione, si direbbe seguendo più una sequenza esponenziale che lineare. Trapassati da una varietà di suoni di natura differente, talmente complessa da lasciarti disorientato quando, alla fine di una spira elettronica, ascolti in lontananza passi, sospiri, foglie ed uccelli: brandelli accessori, segno di vita del fautore organico di così freddi toni.
Il più delle volte, i pezzi funzionano come l’effetto dei copriruote di un’auto in partenza. Accelerazioni e decelerazioni improvvise danno il senso della velocità, ma ad un certo punto, si raggiunge una frequenza costante, un suono orecchiabile e dolce, un giro pop; come quando il tuo pneumatico va veloce, ma gioca il tuo occhio illudendolo di una rotazione dolce.
Il lavoro è piacevolmente organico; e bella forza, direi, dato che stavolta è stato Aaron Munson ad occuparsene, evitando aborti bicefali. Fanno da collante dei brani più lunghi, alcuni jingle stile carosello circense, edulcoranti ai limiti dell’allarmante, che riescono a rincarare l’atmosfera trasognata e lisergica del cd nel suo complesso.

Un disco dal quale grondano impegno, sperimentazione e classe, un nuovo approccio all’avant electro.
Una bellissima sorpresa.

Annunci

3 thoughts on “::stained glass piñada/ilkae

  1. pablooffline:mmmah, a quanto ne so, ce ne dovrebbero essere ancora, qui. Puoi assaggiare la terza traccia, secondo me la più significativa, come sempre scorrendo il mio blogradio 2.0, qui a destra.

Una forchettata di commento?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...