::retroinfamia!

Nessun segreto dura per sempre, lungi da me sfidare l’assiomatico o l’evidente. Sì, va bene, perché allora uno dei miei, di segreti, dev’essere svelato a causa di attualità così infamante?

Da veri appassionati di retrocoding, io e molti miei "colleghi" usiamo le macchine più vetuste di mamma Commodore, e delle comari di questa (Sinclair, MSX, Atari e minori), anche per lo stoccaggio ed il trasferimento arcisicuro dei dati. Ognuno di questi calcolatori ancestrali, infatti, ha generalmente il proprio formato univoco di immagazzinamento della memoria. Inoltre, il collegamento ad un normale PC attuale è cosa facile, e ciò permette promiscui scambi di dati, all’occorrenza.
Ma non si tratta di archeocriptaggio diretto: la profonda conoscenza riguardo computatori di così lunga data, è oramai appannaggio di ristrettissime cerchie di esperti; e questi ultimi hanno sviscerato ogni aspetto di quella macchina, potendo così aggirare i controlli di chiunque volesse accettarne la sfida.

Ricordate la folle ondata, cieca ed ingiustificata, contro i giochi di ruolo? O quella, oramai folcloristica, contro la violenza negli anime? E ricordate la discussa possibilità che Sailor Moon potesse minare la virilità degli italici preadolescenti?
Evidentemente, è un po’ come il gioco della bottiglia, ed ora tocca a me. Stando alle prime anticipazioni riguardo l’intervista della sfortunata vittima, Wolfgang Priklopil, il rapitore di Natascha Kampusch, usava criptare i suoi dati mediante un Commodore 64. Il computer è ora al vaglio della polizia austriaca, che ha anche lanciato un appello, per ottenere quanto più aiuto possibile dagli appassionati in zona.

Va bene, dai, facciamo delle scommesse. Secondo voi, quanto ci metterà il cinico mercato della (pseudo)informazione a demonizzare retrocoding e retrocomputing in generale? Con quali particolari truculenti e piccanti, i giornalisti di minor peso (e con meno scrupoli, quindi) acquerelleranno il cupo profilo del geek malato? Secondo me, si riveleranno tutti così solerti, che mi sento in dovere di offrire il fianco, con un po’ di immaginifico erotico ad 8bit, e quella protoviolenza ludica che dovrebbe far ridere, ma se usata a dovere…

Oh, inviatemi pure le vostre puntate di scommessa! Adesso iooo…eee…io sarò un po’ impegnato a bruciare una montagna di floppy da 5¼, prima di avere visite improvvise in casa, ed essere arso vivo su pubblica piazza.

Annunci

12 thoughts on “::retroinfamia!

  1. ora puoi tirare fuori il bambino di 12 anni che tieni chiuso in cantina a scriverti i post e cambiarti il template… lo sapevo che non c’era da fidarsi di questi nerd

    p.s. a proposito di template, mi pare di aver letto che su macchianera è in lizza il tuo… ahimè cosa direbbe di te marco spada? noi invece si è stati snobbati alla grande come da tradizione

  2. camilla_lo:non…non avrei diciamo ben capito tipo quel che circa intendi dire :O

    Oh sì ho notato anche io la nomineeescioon, e davvero non la capisco: questo template è un porco derivato dei vecchi di splinder, e porta seco i segni di mancato antialiasing qui e là. Unica nota positiva, il buon Fabio ha avuto la pazienza di riscriverne il codice ottimizzandolo, e mantenendone intatta la foggia.
    Cami’, qui ho appena cancellato una lunga disquisizione sui “blog che meritano attenzione”, perché potrei parlarne. Però potrei anche no. Ed è meglio di no, mi rovinerei il gusto dei miei personali trash tour che seguono la mia lista segreta dei blog famosi ma imbarazzanti per mediocrità: lo shampootour, prevalentemente composto da segretarie bolognesi che si muovono per non morire, e studenti calabresi (ma non solo) falce e iPod.

  3. camilla_lo:eh, dipende sempre dallo spirito col quale la leggi. Mannaggiatté, mi hai fatto venire voglia di tour!
    Vai si comincia come sempre da [lei], poi si passerà da [lui].

  4. luca oggi ci hanno detto che non ci sarai più… che farai ora? vienici a trovare un giorno… anzi non ci tornare più in quell’edificio (non si merita di essere chiamato scuola) dove non capiscono niente o fanno finta di non capire

  5. altrifruttidellarodolico:mi hanno donato ad alto uffizio, ma vi aspetto per la mia liberazione, all’alba di un gran giorno, spade in destra scudi in sinistra cuore di drago e mira di balestra.

Una forchettata di commento?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...