::silvio-no-o

Il potenziale di rappresentazione teatrale nella politica odierna, col conseguente allontanamento dalle problematiche reali che dovrebbero esserne il succo, sta davvero raggiungendo vette memorabili di preoccupante perfezione.
La farsa dell’avvento di Silvio Berlusconi al congresso dei DS in Firenze ne è un esempio lampante.

La mutazione finale della Sinistra storica nella nuova Balena Bianca è un passaggio delicato, talmente delicato da necessitare di un cortocircuito catartico per la buona riuscita della transustanziazione in Neo Democrazia Cristiana. La catarsi, la Distruzione perché la Creazione abbia luogo, è il climax di un’epoca.
Proprio come narrato nelle leggende giapponesi, ::nella lotta non c'è distinzione ideologicaè il momento in cui eroi e demoni arrivano a scontrarsi per ridefinire le posizioni assolute in vista di una nuova era. Lo si può estrapolare dal mito di Susa-no-o, l’eroe discutibile che duella col drago Yamata no Orochi per recuperare la spada Kusanagi, la quale verrà donata a sua sorella (la dea Amaterasu) come segno di nuova alleanza.

Esattamente come nella leggenda citata, Fassino s’è portato Silvio-no-o per allestire la messinscena pietosa del confronto catartico, se l’è portato per far infliggere il miglior colpo del di lui repertorio ad un drago così in salute come il partito dei Democratici di Sinistra.
Soprattutto, se ti porti l’eroe in giro si nota il contrasto tra di voi, e l’attempato elettore vedrà in te il drago rosso ed operaio di sempre. Anche se non lo sei più. Una fine strategia per arginare la dispersione di voti nel momento in cui la crisalide dovesse divenir farfalla.

A parer mio, è questo più eccelso sintomo della crisi della politica italiana, e della sua evanescenza nei confronti del ruolo originario. La pantomima del confronto delle ideologie; quando invece i fassini tutti dovrebbero onestamente alzarsi e dire:”Sorpresa, sì siamo democristiani da sempre, ma dovevate aspettarvelo: vedete questo coso alla mia destra al quale abbiamo trasferito tutti i vostri bei voti di sinistra? È De Mita.”.

Non mi va nemmeno di ipotizzare argomentazioni Telecom Italia, voglio fermarmi al primo stadio di ribrezzo. Grazie.

Annunci

17 thoughts on “::silvio-no-o

  1. Pensi ad uno scambio su Telecom? Noi non ti mettiamo i bstoni tra le ruote nell’ingresso in Telecom (e non parliamo di conlitto di interessi) e tu ci fai dai la benedizione con la presenza al congresso?

  2. alduccio: mmmno, io credo che in queste cose di veramente “politico” non ci sia nulla. Ci saranno degli interessi e dei do ut des che noi non conosceremo mai a fondo (e questo, se ci pensi, è incredibile!), ma nulla di “politico”, la “politica” non abita più qui, questo è ciao sam ciao ralph!

  3. Perfetta analisi critica. Anche se a me l’idea di un grande partito democratico laico non dispiace.
    L’altro giorno ero ad un convegno di Adinolfi il cui mattatore voleva essere di Pietro. Mentre lo guardavo pensavo, cazzo ma questo non è quello che ha ammazzato la democrazia cristiana? E adesso cosa vuole fare, rifondarla?

  4. e come disse benigni in ” berlinguer ti voglio bene”: “Troppe seghe dentro i cazzi e troppi cazzi dentro il culo” 😉

  5. anonimo151.37.19.109: e come disse l’inventore dell’educazione e dell’interazione tra persone:”Firmati anche se non ho capito icché tu dici”.

  6. MM+BettyMoore: eh ma guarda lì, è vero! 😀
    Ed io che mi stavo preparando per nuove e più avvincenti esperienze metagastronomiche di mercato!
    Mah, questi content manager a co.pro. dovrebbero pagarli di più, magari saprebbero più cose…

    Ora sarà davvero divertente: questo è il genere di richiamino che dai giornali online finisce per riempire gli aggregatori di tutta Italia, vediamo se la blogosfera nostrana ha memoria anche dei blog più sommessi come il mio. Esperimentino…

  7. Concordo molto con te.
    “Vedete questo coso alla mia destra al quale abbiamo trasferito tutti i vostri bei voti di sinistra? È De Mita”: genio! :-))
    [Ste]

  8. Ehi, mi ero quasi perso questo post perché la syndication di Splinder non lo ha ancora syndicato, né in RSS né in Atom. Bellissimo. Apprezzo molto il taglio ironico con cui descrivi la situazione. A me non sarebbe riuscito tanto distacco, il Partito Democratico mi fa lo stesso effetto di un dito in gola e lo avrei detto esplicitamente.

  9. Capisco che non è un commento serio e non consono al post, ma devo dirtelo comunque: ogni volta che finisco sul tuo blog mi viene voglia di pasta al tonno, e immancabilmente in casa non c’è una scatoletta di tonno neanche a pagarla.

    Questo è criminale!

  10. dubh:eh ma guarda che è naturale, e succede anche a me!
    A me succede anche un’altra cosa: mi viene dal pensare alle mamme dei tipi che hanno il server dove poggiano le mie immagini. Ed oltre non posso dire 😦

  11. ciao… semplicemente mi chiedevo come fai a fare così tanti interventi: insomma spesso ne fai 3,4 ,5 al mese e così precisi (spesso un po’ difficili per me… mi perdo qualche pezzo, spero sia la gioventù). tutto questo voleva essere un complimento ma credo non sia riuscito tanto bene. comunque (e non cmq visto che non capisco che fatica faccia scrivere due lettere in più) tanti saluti. ciao un ragazzo del rodolico (per fortuna ancora solo per pochi mesi del rodolico)

  12. ragazzodelrodolico:resisti, sei quasi alla fine! la fine dell’inizio del Tuttoquanto.
    Io vorrei scrivere di più, ma, dico il vero, mi sto impegnando molto sul fronte del retrocoding, inoltre mi minano alle basi, maledetti: il server delle immagini si è appena trasferito a Dubai (e non sto scherzando, dio schifani!). Ora che è a posto, potrò finalmente dedicarmici di più, al blog.
    Oh comunque è anche l’impronta data al blog stesso. Tante volte vorrei scriverci le mie cazzatine volanti, ma mi sono posto un limite di trabocco da dover superare: quando le parole ed i pensieri traboccano, il blog le raccoglie in forma (ahahahah!) sensata.
    Forza giovini, l’è gl’urtimi messsiii!

Una forchettata di commento?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...