::divide et impera – 3 di 3: più di mille parole

Guardare le figure è più facile che leggere.

Se usi bene il linguaggio delle immagini, non solo puoi far comprare il tuo prodotto, ma puoi contemporaneamente concimare i consumatori, in vista di una nuova proposta, di una nuova esigenza da far soddisfare. Di nuovi tabù fasulli da abbattere davanti agli occhi della tua audience per far credere loro di essere davvero liberi di decidere.

Se usi bene le immagini, puoi vomitare nefandezze senza timore di essere denunciato.

New Saab 9.3 TTiD.

Passi con l’auto ed il camionista è disturbato dal tuo passaggio supermacho.

Se davvero con quest’auto fai sbarellare i camionisti, non sei fico. Sei un criminale. Oppure in quest’auto c’è qualcosa che davvero ma davvero non va come dovrebbe. Bel messaggio, complimenti.

Spot introvabile delle lenti a contatto, forse Focus Dailies della Ciba Vision (Novartis).

Perdonatemi, l’ho cercato in lungo e in largo, ma non lo danno più in tv, e non esiste in rete; anche l’immagine sopra è un montaggione ideale. È quello della fotografa biondina che non può lavorare sin quando non mette le lenti, per raggiungere il truzzo mulatto a torso nudo.

Skateboard e snowboard, skateboard e snowboard, skate e snow skate e snow, che palle, non si vede altro da un paio d’anni. Va bene, abbiamo capito che sono zzziòvani e fighi, e farli vedere attizza l’acquirente zzziòvane; però una trama forzata così, architettata per far vedere la tartaruga fotoscioppata di lui e l’ennesimo skate, non può che assurgere al sacro livello di pippah pippah e ancora pippah.

Dodge Nitro.

Il medio figuro panzerotto e calvetto con automobile non fica, chiede aiuto al bel selvaggetto truzzodotato di SUV abbondantissimo, per ricaricare la batteria. Finale esplosivo, grasse risate hahaha…mah.

Ci si potrebbe anche fermare alla pietosa voglia di machismo tecnologico, cafona pacchiana e sovrabbondante, certo. Ma non meno di ciò che pubblicizza, no? Quindi assolutamente in linea…

Invece la cosa avvilente è il passaggio forte e dissonante che si percepisce: prima, il rapporto civile che va aldilà delle disparità dei due, prego grazie scusi; poi, a tragedia avvenuta, nessuno più ad essere gentile, per il signore mediocre che ha subìto anche danno, ma solo questo minaccioso bestione con i fanali fissi su di te, titano punitivo dallo sguardo severo ed un po’ camorrista. I cattivi vincono sempre.

Basta, troppa tristezza, troppo sopruso, troppo orrore. Mi va di aggiungere una cosa che non c’entri nulla, ma che strappi un sorrisino per chiudere offtopic questo trittico.

Vicks Honey

“Quella tosse mi preoccupa”, le dicono le foto.

Ah, la tosse, ti preoccupa? La tosse? E non sei preoccupata del fatto che stai interrogando delle fotografie? E che queste ti rispondano?

Non senti arrivare la depressione da casalinga? Non senti questo suono di sirena che si fa sempre più serrata verso casa tua?

Annunci

3 thoughts on “::divide et impera – 3 di 3: più di mille parole

  1. Uno dei giochi cui ho lavorato ebbe come testimonial la Marcuzzi (fecero un breve giro di promozioni all’interno de “Le Iene”), altri apparirono con la Smutniak su dei poster del noto operatore telefonico cui era associata, mi veniva spontaneo da considerare c’entrasse “come il culo con le quarant’ore”, per restare nella proverbistica toscana, l’accostamento tra quelle topone e i miei giochini…

  2. A volte gli spot rivolti ai bambini riescono ad essere persino peggiori. Specialmente quelli rivolti alle bambinE. Un precoce incanalamento verso la prossima tappa, l’adolescenza skateboardata.

Una forchettata di commento?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...